Autonomia Locale Europea “Valli del Sesia”

Un progetto del coordinamento europeo della Gandhi In Action International sulle prospettive federaliste per l’unione politica dell’Europa. 

“Vorrei ogni villaggio autonomo e autosufficente come una repubblica” diceva Gandhi quando parlava dell’India post-indipendenza.

Il Mahatma era contrario alla secessione islamica del Pakisthan ed era contrario all’istituzione di una federazione di stati, ma aveva una visione basata sull’autonomia dei villaggi  (gramswaraj),  e pensava ad una federazione delle comunita’ locali, libere, autonome e organizzate in rete, in federazione, una nuova nazione.

Ai tempi di Gandhi non c’era ancora internet e il concetto di rete federale di autonomie locali era difficile da comprendere per i suoi contemporanei ma, oggi, ci e’ piu’ facile immaginare i cittadini del web collegati ad un ‘server’ locale e la rete dei server che collega tutti.

Per cui, nella ricerca di una variabile possibile all’Europa unita politicamente in federazione di stati nazionali, abbiamo cercato di tradurre in ‘europeo’ in disegno federalista di Gandhi.

Ne e’ nato un progetto sperimentale… costruire l’Europa dal basso. Se dall’alto cala solo l’ipotesi degli Stati Uniti d’Europa, dal basso facciamo partire l’Europa delle Comunita’.

Siamo cittadini europei? Si, da quando a Maastricht hanno firmato gli accordi sulla cittadinanza, la libera circolazione dei popoli e hanno abolito le frontiere.  Per cui, ci siamo detti…  dobbiamo cominciare ad entrare, con la mente, nei panni del cittadino europeo, comunitario.

Prima di tutto abbiamo creato un’associazione di fatto (non ci siamo ovviamente registrati a nessun ente del vecchio sistema nazionale), la Comunita’ Europea Valli del Sesia,  libera associazione dei cittadini europei residenti nelle Valli del Sesia…  ci siamo stampati 1000 (provvisorie) carte di identita’ europea,  e ci siamo distribuiti il documento di auto-riconoscimento della cittadinanza europea…  e di volontaria e libera adesione alla Comunita’.

Sono state diffuse tra  amici e conoscenti, che se la sono compilata in piena autonomia e la tengono nel portafoglio con la voglia di esibirla quando richiesti di un documento di identita’. Ovviamente non succede, perche’ si sa che siamo ancora molto Italiani e molto poco Europei.

Pero’, in queste valli montane, c’e’ una Comunita’ Europea di 1000 cittadini europei, con la consapevolezza che, se dovesse franare e crollare il sistema degli stati nazionali, l’alternativa possibile per l’Europa dei Popoli,  c’e’ …

L’autogoverno delle comunita’ europee  e la costituzione, tra di loro, di una federazione di autonomie locali, associate in spirito di cooperazione e scambio delle diversita’.

Questo e’ il  video della presentazione a Varallo Sesia, all’Alpaa 2005, della proposta di federalismo europeo basato sul principio del ‘gramswaraj’ di Gandhi.

Annunci

Informazioni su riccardo gramegna

Euro-coordinatore per l'Europa della Gandhi In Action International(Global network of nonviolent activists) dal 1986, giornalista e opinionista nonviolento ha collaborato con tv locali e attualmente svolge l'attivita' di 'nonviolent life coach' , consulente personale di persone in fase di transizione verso uno stile di vita nonviolento in Europa, USA, India e Russia. Euro-cordinator of Gandhi In Action International network and NVLC(nonviolent life coach) since 1986, with his program "metamorphosis" helps people in Europe, USA and Russia, to cope with the change in consciousness and values that is happening all over the world, towards nonviolence, simple living and green culture.
Questa voce è stata pubblicata in attualita', europa unita, federalismo, Gandhi, nonviolenza e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Autonomia Locale Europea “Valli del Sesia”

  1. riccardo gramegna ha detto:

    ti ringrazio per l’apprezzamento… l’idea è quella che in ogni comunità locale
    (più o meno i vecchi comprensori della fine anni 70) nasca una libera
    associazione costituita dai cittadini europei ivi residenti che si preparino
    all’autogoverno e all’autogestione del patrimonio e dei servizi pubblici nella
    previsione del default degli stati nazionali e maturino l’idea di un’europa
    senza stati, uno stato federale costituito dalla rete delle autonomie locali
    europee… L’idea è dunque clonabile sul tipo dei meetup grillini… se davvero
    interessa, contattami via email riccardogram@libero.it

  2. Anonimo ha detto:

    Trovo interessante e mi piacerebbe partecipare come iscritta all’Associazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...